+39 347 4353403

Mobbing e demansionamento.
Quando lavorare si fa difficile

Mobbing e Demansionamento
Il mobbing (dall'inglese to mob = assalire) è un comportamento vessatorio attuato con regolarità sul posto di lavoro. Ha come vittima un lavoratore (mobbizzato), il quale è messo con le spalle al muro da uno o più colleghi e/o superiori.

Il mobbing consiste per lo più in frequenti episodi di esclusione, isolamento, demansionamento, violenza psicologica e sabotaggio professionale, ma può anche spingersi all'aggressione fisica. Chiunque può essere mobbizzato. Tuttavia, alcune situazioni sono più favorevoli al mobbing di altre: per esempio, una donna in un contesto di soli uomini o una persona maggiormente qualificata, entusiasta o semplicemente nuova.

Che cosa comporta il mobbing?

• Il mobbing comporta perdita della stima nel mobbizzato.
• Il mobbing compromette la reputazione professionale del mobbizzato.
• Il mobbing induce solitudine e implica spesso incarichi stressanti nel mobizzato.
• Il mobbing e il demansionamento compromettono drasticamente i rapporti di lavoro e spesso anche quelli sociali.
• La persona oggetto di mobbing viene messa in una posizione di debolezza e aggredita ripetutamente.
• La vittima di mobbing perde la stima di sé.

Quali alterazioni può provocare il mobbing?

• Il mobbizzato può sviluppare ansia, depressione, attacchi di panico, ossessioni e depersonalizzazione.
• Il mobbizzato può sviluppare sintomi psico-somatici.
• Il mobbizzato può sviluppare una tendenza alla passività, all'abuso di alcol o farmaci. È stato inoltre dimostrato da Harald Ege che donne e uomini reagiscono al mobbing in modi diversi e opposti. Le prime tendono a essere più attive, i secondi invece riducono l'attività verbale e gestuale e diventano meno efficienti sul lavoro.

Cosa è possibile fare per combattere il mobbing?

Mobbing e demansionamento rappresentano una vera e propria piaga sociale da cui è doveroso tutelarsi. A questo riguardo, la legge offre molte opportunità al mobbizzato per riprendere il controllo della propria vita. Il mobbing e/o il demansionamento vanno innanzitutto accertati e documentati. Da quel momento mobbing e demansionamento si configureranno per la legge come un danno biologico, morale o esistenziale soggetto a indennizzo.

Qual è la prima cosa da fare contro il mobbing?

Per tutelare gli interessi del mobbizzzato è opportuno fissare un appuntamento per una diagnosi. La consulenza di mobbing comprende:
• Analisi dei fatti
• Valutazione diagnostica
• Valutazione delle strategie per affrontare il mobbing
• Quantifica del danno risarcibile


Referenze

Ho difeso con successo nei confronti di:

Bayer, Pfizer, Barilla, Avon, McDonald

E ancora:
• Aziende Sanitarie Locali (un centinaio di casi)
• San Raffaele di Milano
• Banche, Comuni, Scuole (un centinaio di casi)
• Commissione Europea
• La Scala di Milano, La Fenice di Venezia
• Esercito, Aviazione, Marina, Polizia
• Commissioni di 1° e 2° istanza (decine di casi)

Demansionamento e Mobbing

« In sede penale il datore di lavoro è responsabile della sicurezza e della salute del lavoratore durante il lavoro, ed è sanzionato penalmente in caso di omissione. »

— D.Lgs. n. 626/1994